Robo-StarCamp

26 Maggio 2021
  • ROBOTICA: che cosa è?

    Nei laboratori di robotica si migliora l’apprendimento, si allena il pensiero creativo, si introduce alla logica computazionale in modo semplice ed intuitivo, si favorisce l’uso consapevole della tecnologia digitale, si promuove l’apprendimento attivo in collaborazione con gli altri. TUTTO VERO MA …..COSA FANNO DAVVERO I RAGAZZI?

    Solitamente dopo una fase iniziale, dove apprendono i primi rudimenti di un linguaggio di programmazione, vengono messi davanti ad un problema, o lo pongono loro, e devono trovare una soluzione. Questo innesca la fase creativa, dove i ragazzi trovano solitamente soluzioni fantastiche, a volte geniali a volte irrealizzabili. A questo punto segue la fase di progettazione, dove le idee vengono esaminate in base alla fattibilità del progetto e poi si inizia a lavorare: la programmazione e la costruzione viaggiano a braccetto.  A volte avanza prima l’una, a volte l’altra. Solitamente il prodotto finale ricorda il progetto iniziale ma nel percorso di creazione ha superato una serie di problemi tecnici, a cui i ragazzi hanno dovuto far fronte. 

    ROBO-STAR CAMP

    perchè verranno presi in esame una serie di problemi, che l’uomo deve fronteggiare nello spazio. Vedremo quali saranno le soluzioni proposte!

    In base all’età verranno presi in esame diversi microcontrollori (WeDo, Nxt, EV3, Calliope e Arduino) accumunati da un linguaggio di programmazione comune. Quindi imparando a gestire uno di essi, si è (quasi) in grado di gestirli tutti!

    Ad esempio Calliope è dotata di un display a LED composto da 25 luci rosse, un microfono, un altoparlante, un LED RGB, un sensore di posizione, angoli che reagiscono al tatto e 2 piccoli pulsanti. Calliope può anche misurare la temperatura e la luminosità e collegarsi ad altri Calliope Mini via radio. Collegando sensori e motori aggiuntivi, il piccolo computer può essere programmato via Bluetooth da tablet. 

    WeDo Education è dedicato ai più piccoli e può essere programmato anche con un linguaggio ancora più semplice.

    Tutti i microcontrollori si prestano a tantissimi progetti e consentono a ragazze e ragazzi un facile accesso al mondo digitale.

    Non si necessita di conoscenze preliminari di elettronica o programmazione. 

    Solitamente si utilizza come ambiente di programmazione OPEN ROBERTA, linguaggio a blocchi con cui si possono programmare anche Arduino, Microbit, LEGO WeDo, LEGO Mindstorms ecc. Questo linguaggio è stato sviluppato dal Fraunhofer Institut per avvicinare tutti ad un linguaggio a blocchi con interfaccia semplificata ma conservando le regole dell’informatica.
     
     
    Obiettivi misurabili:
    1   Rispetto delle regole e delle opinioni altrui
    2   Capacità di risolvere problemi (Problem Solving)
    3   Memoria
    4   Autostima
     
     
ROBOCAMP 2021PYTHON&RASPBERRY